Il training nel punto vendita



Del 2019 sono trascorsi quasi 280 giorni, dei quali, quasi la metà li ho trascorsi nei punti vendita di tutta l’Italia con l’obiettivo di renderne i dipendenti, più consapevoli della strategicitá del proprio ruolo, soprattutto in questo momento storico. 

Tra gli strumenti che utilizzo c’è la Retorica, cioè l’arte di persuadere attraverso il discorso, che contiene una miniera di conoscenze utili a migliorare le proprie capacità comunicative.

In questo contesto ho scoperto la brachilogia, cioè la brevità, la migliore amica del retore dibattente. Questo potente strumento pone l’accento sul fatto che le proposte devono essere rapide, i periodi brevi e paratattici, consiglia inoltre che ogni sortita si chiuda con una battuta, uno slogan, un neologismo inventato per l’occasione.

Quindi sono vietati i “premesso che...” o i “nell’ambito di...”, così come è sconsigliato l’uso delle subordinate in posizione iniziale del periodo.

Aspetto da non trascurare mai: le argomentazioni devono essere sempre accompagnate dal relativo linguaggio del corpo.



Ho scoperto questo strumento affascinante e strategico da un’esperta molto appasionata, Flavia Trupia che con il suo libro LA RETORICA E’ VIVA E GODE DI OTTIMA SALUTE, accompagna i lettori in un leggero viaggio tra il passato, in cui la retorica è nata ed il presente digitale, in cui sta tornando prepotentemente protagonista!



“La parola per metà appartiene a chi parla, per l’altra metà invece a chi ascolta”

Michel de Montaigne



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti